Manifesto di Sezione

Andare in basso

di MARCO TRAVAGLIO

Messaggio  Enrico Donegani il Mar Nov 02, 2010 9:23 pm

Prova su marciapiede
Il capo del governo chiama la questura, ordina di violare la legge e fornisce le menzogne necessarie per farlo. La questura obbedisce, ma c’è un problema: il magistrato. Niente paura: si racconta qualche menzogna anche a lui e alla fine gli ordini del capo del governo diventano legge. Anche se la legge dice il contrario. Anche se i poliziotti dovrebbero essere i “tutori della legge”. È la prova di laboratorio della “riforma della giustizia” berlusconiana, quella sperimentata la sera del 27 maggio sulla linea telefonica tra Palazzo Grazioli e la Questura di Milano. In ciò che è accaduto quella notte intorno a “Ruby” c’è tutta la democrazia ad personam che B. tenta da 16 anni di trasferire nella Costituzione e, nell’attesa, ha trasformato in prassi consolidata.

In passato non c’era bisogno di tanta fatica: bastava corrompere politici, finanzieri, magistrati, testimoni e il gioco era fatto. Ma che fare se il poliziotto e il magistrato non si fanno comprare o non c’è tempo per corromperli? Si racconta che Ruby è la nipote di Mubarak (falso; ma, anche se fosse vero, la ragazza non avrebbe diritto ad alcun trattamento particolare), insomma si rischia l’incidente diplomatico con l’Egitto (falso); e che l’igienista dentale-consigliera regionale Nicole Minetti la prenderà con sé (falso, la scaricherà in casa di una escort brasiliana). Questo però non basta al pm dei minori, che raccomanda di tenere la ragazza in questura fino all’avvenuta identificazione o, in alternativa, di affidarla a una comunità protetta: allora si racconta al magistrato che è stata identificata (falso) e che non c’è posto in nessuna comunità protetta (falso, ce n’erano ben quattro disponibili, ma nessuna è stata chiamata, così come non è stato interpellato l’apposito ufficio comunale). Ce ne sarebbe abbastanza per far saltare il questore e il capo di gabinetto, ma il ministro Maroni ripete a pappagallo che “è stata seguita la normale procedura” (falso) ed è “tutto regolare” (falso). Per coprire le menzogne del premier e della questura, deve mentire pure il ministro dell’Interno, subito coperto dal suo leader Bossi, che è pure ministro (Riforme istituzionali) e se ne esce con un incredibile: “Berlusconi non doveva telefonare in questura: doveva chiamare Maroni o me”. Sintesi spettacolare della concezione proprietaria della democrazia che accomuna il governo della “sicurezza” e della “tolleranza zero” contro l’immigrazione e la criminalità: caro Silvio, se devi salvare un’amica minorenne fermata per furto dalle grinfie di polizia e magistratura (che notoriamente accolgono le minorenni fermate per furto col rituale del bunga bunga), non sporcarti le mani, ci pensiamo io e Maroni che a Milano facciamo il bello e il cattivo tempo. Una pennellata di federalismo sulla Casta del privilegio: la devolution dell’impunità.

Chi ancora sobbalza o inorridisce dinanzi a simili spettacoli conservi un po’ di sdegno per il futuro. Ciò che è avvenuto in quella calda notte di fine maggio è quanto ci riserva il futuro se chi può – Napolitano o Fini o tutti e due (tralasciamo volutamente Schifani, la carica dello Stato rimasta, perché ci vien da ridere) – non si affretta a liberarci dal nano. E se dunque la controriforma della giustizia entrerà nella Costituzione. Secondo il progetto Alfano (cioè Berlusconi), il pm non potrà più disporre della polizia giudiziaria, che risponderà in esclusiva al governo; le procure dovranno attendere pazientemente che gli agenti portino sul loro tavolo questa o quella notizia di reato, opportunamente filtrata dal governo stesso, si capisce; ogni anno sarà il Guardasigilli, cioè il governo, a indicare le “priorità” dei reati da perseguire (quelli dei nemici del governo) e da tralasciare (quelli dei membri e degli amici del governo). Dunque, non capiterà più che un poliziotto zelante segnali alla Procura di Milano quel che è avvenuto quella notte in Questura. Vi piace il presepe? È il futuro che ci riserva questo governo. Il caso Ruby ne è la prova su strada. Anzi, su marciapiede.
avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Sab Ott 30, 2010 12:24 am

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  ricki_90 il Ven Ott 01, 2010 1:53 am

avatar
ricki_90
Fisici

Messaggi : 182
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : bienate

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Ven Ott 01, 2010 12:44 am

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Ven Set 24, 2010 1:42 pm

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Lun Set 20, 2010 10:51 pm

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Lun Set 06, 2010 3:49 pm



E' PIU' COMUNISTA FINI DI QUELLI DEL PD!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

FUORI LA MAFIA DALLO STATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Mar Lug 27, 2010 10:44 pm

Cala il sipario sul web
Avete un blog sul quale seguite l’attività politica della vostra città? Vi interessate di politiche ambientali e aggiornate il vostro sito con le novità che riguardano risparmio energetico e gestione dei rifiuti? Siete iscritti ad una mailing list di ricercatori precari nella quale vi confrontate sui tagli all’università? E ancora, siete tra quelli che, telecamera in spalla, vanno dai politici a chiedere conto delle loro scelte?

Se siete tra questi, o se comunque avete un vostro sito Internet, preparatevi: molto presto dovrete fare molta attenzione. Nella legge bavaglio che verrà approvata a breve in via definitiva, è contenuto un articolo che vi riguarda. E’ il comma 29 che recita: “ Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono”.

Vuol dire che ogni sito web (blog, forum, pagina Facebook, canale YouTube, wiki, ecc), dovrà sottostare all’obbligo di rettifica previsto per le testate giornalistiche. Se a qualcuno non va bene qualcosa che avete scritto, se ritiene falsa o tendenziosa una vostra frase o pensa che una vostra opinione ecceda il diritto di critica, potrà contattarvi ingiungendovi di pubblicare la sua versione dei fatti. Nel momento in cui nella vostra casella di posta arriverà una simile comunicazione, partirà un conto alla rovescia: avrete 48 ore per pubblicare la rettifica. Scaduto questo termine, non avendo rispettato la legge, rischiate una multa fino a 12mila euro.

Per la maggioranza di governo e persino per alcuni esponenti della blogosfera, il comma 29, è sacrosanto: “Sul web non si può scrivere ciò che si vuole” dicono. Per molta parte degli utenti della rete, per il Partito Democratico e Italia dei Valori, invece, il comma non tiene conto nella natura amatoriale di molti siti web e risulta perciò censorio. Da più parti viene anche sottolineato che il comma presta il fianco ad abusi: un sito web spesso non ha risorse, competenze e personale per analizzare nel merito ogni richiesta di rettifica. Juan Carlos De Martin, professore associato presso la Facoltà di Ingegneria dell’Informazione del Politecnico di Torino, contattato dal Fatto, parla a riguardo di “Chilling effect”, una definizione utilizzata negli Usa per definire leggi che sopprimono opinioni o condotte attraverso la minaccia di ritorsioni; è di certo vittima del Chilling effect un cittadino che si autocensura per timore di una penalizzazione (nel nostro caso di una multa salata).

Su Internet è in corso una campagna contro il comma 29. L’associazione Valigia Blu – la stessa che si era fatta promotrice di una raccolta di firme per chiedere al Tg1 una rettifica sull’avvocato Mills prescritto e non assolto – ha scritto una lettera aperta a Gianfranco Fini e Giulia Buongiorno: “Occorre reintrodurre il dibattito sul comma 29 dell’art. 1 del ddl nel corso dell’esame alla Camera” dicono esponenti della blogosfera, della cultura, della politica. “L’informazione in Rete – aggiungono – ha dimostrato, ovunque nel mondo, di costituire la migliore forma di attuazione di quell’antico ed immortale principio, sancito dall’art. 19 della dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo e del cittadino: ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione”.

I tempi ormai stringono: in settimana la Camera darà il via libera alla legge sulle intercettazioni. Quindi la maggioranza di governo, su esplicito diktat di Berlusconi, intende chiudere la pratica bavaglio al Senato entro le ferie estive.
avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Sab Lug 17, 2010 8:47 pm

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Gio Lug 15, 2010 12:56 am

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Ven Lug 09, 2010 7:45 pm

lol!
avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Axel il Ven Lug 09, 2010 7:37 pm

Quando dice "e di arte..." è così sexy, per essere un settantenne! Gli avranno fatto il lifting anche alle corde vocali.
avatar
Axel
Fisici

Messaggi : 614
Data d'iscrizione : 08.02.10
Età : 28
Località : Como

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Ven Lug 09, 2010 5:56 pm

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Lun Lug 05, 2010 11:12 am

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

un grande

Messaggio  Enrico Donegani il Gio Giu 24, 2010 7:49 pm

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Gio Giu 17, 2010 6:58 pm

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Dom Giu 06, 2010 12:55 pm

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Gio Mag 27, 2010 11:13 am

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Enrico Donegani il Dom Mag 09, 2010 11:39 am

avatar
Enrico Donegani
Fisici

Messaggi : 843
Data d'iscrizione : 16.02.10
Età : 28
Località : Cernobbio

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Manifesto di Sezione

Messaggio  Axel il Ven Mag 07, 2010 12:03 am

Sempre a grande richiesta, ecco un luogo dove scambiare video (seri) su argomenti trattati in classe e non, spunti di riflessione, provocazioni intellettuali ed altra bella roba, per poter bilanciare l'ormai dilagante preponderanza della sezione CaXXate in continua espansione adiabatica.

!!Per ora ho pensato che potevamo lasciarla come sezione pubblica, quindi attenzione a ciò che scrivete! (Non si sa mai) !!
avatar
Axel
Fisici

Messaggi : 614
Data d'iscrizione : 08.02.10
Età : 28
Località : Como

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Manifesto di Sezione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum